Franco Lamacchia

 

 

Che ruolo professionale ricopro:
Medico e direttore sanitario di RiminiTerme.

In quale reparto:
Sono direttore sanitario dell’intera struttura. Come medico mi occupo di tutti i tipi di visite, da quelle termali a quelle per l’ingresso alla palestra e per acquagym.

Da quanto tempo lavoro a Riminiterme:
Sono 21 anni che lavoro per RiminiTerme, ho iniziato nell’agosto del 1993.

Di cosa mi occupo:
In qualità di medico mi occupo di visite per cure termali, per l’accesso alla palestra e alle piscine, ecc, mentre come direttore sanitario, oltre a tutte le responsabilità conferite dal ruolo, partecipo alle scelte strategiche dell’azienda per introdurre nuovi servizi. Scrivo il manuale sanitario che elenca le regole ed i protocolli che regolamentano la struttura, mi occupo anche dell’organizzazione dei turni di lavoro dei collaboratori e non è cosa facile, perché devi pianificare i turni di lavoro cercando di soddisfare le esigenze di tutti. Non da ultimo, mi occupo anche di certificazione di qualità assieme a Massimo Ricci, il direttore di RiminiTerme.

Esperienze professionali precedenti in pillole:
RiminiTerme è stato uno dei miei primi lavori in qualità di medico. Inizialmente questa attività veniva affiancata da altre, come guardia medica, sostituzione in ospedale di medici di base, poi pian piano è diventata la mia attività principale, fino a specializzarmi in medicina termale.

Cosa amo di più del mio lavoro:
Nonostante col passare degli anni ci si abitui a certe cose e non riesci più a sorprenderti come prima, devo ammettere che la cosa che più mi appassiona come medico è la possibilità di incontrare persone di tutti i tipi che vengono da ogni parte d’Italia. Non c’è più grande soddisfazione di quando instauri un rapporto con i pazienti e li vedi tornare da te.
Io ho un buon 70% di clientela affezionata.
Ho detto che ho un doppio ruolo. Effettivamente del direttore sanitario mi piace la parte organizzativa, ma non rinuncerei mai al ruolo di medico, perché non voglio perdere il contatto con le persone.
Un’altra cosa che apprezzo particolarmente è guardare indietro, vedere l’evoluzione di RiminiTerme in questi 19 anni e capire che tutto ciò che è stato fatto è frutto del lavoro di tutti noi.

Che tipologia di cliente viene più spesso da me:
In base alla stagione, vedo più un tipo di clientela rispetto ad altra. Ad esempio, nel periodo strettamente termale, viene un turismo sociale composto in prevalenza da anziani.
In estate RiminiTerme è frequentata soprattutto da famiglie con bambini in vacanza, grazie anche alla nostra spiaggia attrezzata e al centro estivo.
In inverno, durante il periodo scolastico, la clientela è molto eterogenea, prevalentemente costituita da riminesi e bacino di utenza della zona.
Persone che usufruiscono della palestra e del centro benessere.

Il mio concetto di benessere è: 

In primis penso che sia fondamentale il benessere di tipo fisico-organico. Ma ci sono determinate condizioni che contribuiscono a farlo sentire questo benessere, ad esempio stare bene in ciò che faccio, fare attività fisica, emozionarsi in quello che si fa, che può essere anche una cosa semplicissima come vedere un film o andare ad un concerto.

Cosa consiglio maggiormente per uno stile di vita sano:
Per me sono fondamentali 2 cose: l’attività fisica e una corretta alimentazione, varia, ma senza eccessi.

Secondo me i punti forti di Riminiterme sono:
Ci sono dei punti che fanno di RiminiTerme un luogo diverso dagli altri.
Innanzi tutto la posizione, sulla spiaggia.
Questo permette l’utilizzo di acqua di mare per cure e trattamenti, altro punto forte.
RiminiTerme è a misura d’uomo, non è né troppo piccola da non rispondere ad alcune esigenze specifiche, né troppo grande da essere dispersiva.
Quindi questo permette la personalizzazione del servizio e  di instaurare un rapporto umano con i clienti. Qui le persone non si sentono numeri, ma appunto, persone.
E questo non è affatto scontato.