Guida alla riabilitazione

guida-alla-riabilitazione

È facile recuperare le perfette condizioni fisiche se sai come farlo

Riabilitazione-8-icona-tic

 

Riabilitazione: Di cosa parliamo?

Per poter comprendere che cosa sia la “riabilitazione” è necessario, prima di tutto, capire bene cosa si intende
per “salute” in quanto, con questo termine, non ci si deve riferire soltanto all’assenza di malattia, ma a un insieme di completo benessere fisico, psicologico e sociale.

– Secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la “riabilitazione” è il processo diretto a raggiungere (e in seguito mantenere) i migliori livelli funzionali possibili in ambito fisico, psicologico e sociale dopo una menomazione (con conseguente disabilità) o un handicap. La riabilitazione fornisce alle persone disabili gli strumenti necessari per ottenere l’indipendenza e l’autonomia decisionale (autodeterminazione). –

Le attività riabilitative sono rivolte a tutte le fasce d’età, dal bambino all’anziano, passando per l’adolescente e l’adulto.
Possono essere riabilitate sia le patologie ortopediche (lesioni muscolari, artrosi, protesi di anca, di ginocchio, di spalla, scoliosi, ecc.) sia quelle neurologiche (esiti di ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson ecc.)
Possono essere riabilitate anche patologie acute (“colpo della strega”, “colpo di frusta”, fratture ossee recenti, ecc.) come quelle croniche (dolori artrosici, emiplegie di vecchia data, amputazioni, ecc.)
Al programma riabilitativo partecipano, condividendone tutte le tappe, più specialisti: medico fisiatra, fisioterapista, medico di medicina generale, osteopata, psicologo, logopedista, infermiere ecc.

La riabilitazione è finalizzata al massimo recupero possibile, per consentire una migliore qualità di vita.

Riabilitazione-8-icona-tic

 

In cosa consiste un Percorso di Riabilitazione?

Per eseguire correttamente un ciclo di riabilitazione è necessario, consultato il medico di base, sottoporsi a una
visita specialistica.
La visita è eseguita da un medico fisiatra (specialista in medicina fisica e riabilitazione), che sa indirizzarti alle
terapie più giuste in base alle tue necessità, mentre l’attività riabilitativa è effettuata con l’aiuto di un fisioterapista.
Per una visita specialistica puoi rivolgerti direttamente a Riminiterme che dispone, al suo interno,
di un moderno Reparto di Fisioterapia e Rieducazione Funzionale e di un’Equipe ( costituita da 3 medici fisiatri
e da 14 fisioterapisti).

Riabilitazione-8-icona-tic

 

Le tecniche di Riabilitazione
La Riabilitazione può avvenire sia in palestra che in piscina

Tecniche di riabilitazione

Riabilitazione-4icona-palestraRiabilitazione in palestra

In palestra, con l’aiuto del fisioterapista, il paziente può sottoporsi a cicli di rieducazione neuromotoria, a sedute di massoterapie e di osteopatia, a ginnastica posturale, a esercizi di stretching muscolare ecc.
A ulteriore supporto, sempre previa prescrizione medica, il fisioterapista si può avvalere di trattamenti strumentali quali:

  • tecarterapia
  • magnetoterapia
  • ultrasuoni
  • ionoforesi
  • laserterapia CO2
  • aserterapia Nd-YAG
  • elettroterapia di rinforzo
  • TENS

In palestra potrai inoltre trovare la pedana stabilometrica, la cyclette, il tapis roulant ecc.

Rimini Tecarterapia in Palestra

La Tecarterapia lavora sulla muscolatura e sulle ossa velocizzando i tempi di riparazione dei tessuti attraverso la veicolazione di apposite correnti.

La Magnetoterapia è una terapia alternativa che sottopone il corpo a campi magnetici di vario genere che
producono effetti benefici sulla salute. Lo specialista applica a scopo terapeutico un campo prevalentemente
magnetico originato da frequenze basse e alte. Si tratta di una cura efficace, sicura e non invasiva, che rigenera
le cellule lese, produce un’azione antistress e promuove un’accelerazione di tutti i fenomeni riparatori con netta azioneantinfiammatoria, antiedematosa, antalgica, senza effetti collaterali.

La Laser terapia (L.A.S.E.R. = Light Amplification by Simulated Emission of Radiation) utilizza per scopo
terapeutico gli effetti prodotti dall’energia elettromagnetica generata da due sorgenti di luce laser.
Il laser ND yag utilizzato nel reparto di riabilitazione di Riminiterme è un laser ad altissima potenza che agisce
sul metabolismo dei tessuti, favorendone la riparazione nel minor tempo possibile. Il laser arriva molto in
profondità e quindi permette di trattare disturbi muscolotendinei con risultati ottimali in tempi brevi.

L’elettrostimolazione muscolare, che include anche le tecniche di stimolazione transcutanea – TENS –, è da
tempo usata in fisioterapia come coadiuvante in molte patologie ossee, muscolari, tendinee e dei legamenti.
L’uso di questa tecnica offre svariati benefici senza rischi per il paziente tra cui: aumento del trofismo della zona
trattata, diminuzione dei processi infiammatori, migliore ossigenazione dei tessuti e riduzione delle aderenze.
Negli ambulatori di Riminiterme viene svolta anche la terapia infiltrativa delle grosse e delle piccole articolazioni utilizzando gli opportuni farmaci (ad esempio acido ialuronico e cortisone), la mesoterapia antalgica e l’agopuntura.

Riabilitazione-5icona-piscina Riabilitazione in piscina

La riabilitazione in acqua, (idrokinesiterapia) è particolarmente consigliata nelle prime fasi del programma riabilitativo in pazienti con recenti fratture ossee, lesioni muscolo-tendinee, traumi distorsivi, lombalgie, ecc.
Può essere associata o meno al trattamento riabilitativo in palestra.
La riabilitazione in acqua è di fondamentale importanza dopo un intervento di chirurgia ortopedica (protesi d’anca, protesi di ginocchio, protesi di spalla, ricostruzione della cuffia dei rotatori o dei legamenti del ginocchio ecc.). A Riminiterme, questo tipo di riabilitazione viene effettuata in piscine di acqua di mare.
L’acqua salata infatti, come è noto, favorisce il galleggiamento facilitando i movimenti, sgravando le articolazioni
dal carico di peso e riducendo i rischi di movimenti bruschi che potrebbero originare dolori muscolari e articolari.
Inoltre, è nota l’azione miorilassante del calore e le proprietà salso-bromo-iodiche dell’acqua marina, che svolgono il loro effetto antinfiammatorio e antiedemigeno (cioè in grado di ridurre la ritenzione di liquidi).

Il Reparto di Fisioterapia e Rieducazione Funzionale di Riminiterme vanta una nuova piscina termale che si aggiunge ad una vasca già funzionante e che completa e ottimizza la gamma dei servizi e la qualità di una
struttura polifunzionale. I pazienti possono contare sulla presenza complessiva di 2 piscine termali per la
riabilitazione con acqua a 34° a due profondità per lavorare con diversi carichi. Nel reparto è presente il
percorso vascolare (a temperatura differenziata 34° e 24°)con idromassaggi per la cura dell’insufficienza venosa degli arti inferiori.

Riabilitazione in piscina a Rimini

Come si svolge una lezione di riabilitazione in acqua?
La terapia è sempre personalizzata. Il fisioterapista, dentro o fuori dall’acqua, segue il paziente nei suoi movimenti.
Le lezioni possono essere individuali o di gruppo con attività specifiche e dedicate.
In più dopo un ciclo di idrokinesiterapia, quando il paziente avrà raggiunto una discreta capacità nell’esercizio in acqua, potrà continuare ad allenarsi con un pacchetto di ingressi in maniera autonoma.

Il mantenimento post riabilitativo
Al termine dell’intero ciclo, è utile sottoporsi a una visita specialistica fisiatrica di controllo nella quale verrà deciso se è il caso o meno di proseguire a cui suggerisce di proseguire, da solo o con la presenza di un fisioterapista, un periodo di mantenimento post riabilitativo eseguendo ginnastica in palestra o in piscina.

Riabilitazione-8-icona-tic

 

In cosa consiste un Percorso di Riabilitazione?

Rimini Terme ti offre un percorso riabilitativo personalizzato in acqua, in palestra o in ambulatorio, in tutti i casi
in cui tu abbia necessità di mantenere o recuperare movimento e abilità funzionali, recuperare il più possibile
un grado di autonomia durante tutte le fasi della vita, ma particolarmente nel caso di traumi, malattie, fattori ambientali o cause legate all’età.